Cappella di S.Croce

Mondovì

CAPPELLA DI SANTA CROCE

Sulla strada, preceduta da un porticato che non attira l’attenzione, la cappella di Santa Croce contiene un prezioso ciclo di affreschi del xv secolo. Siamo in presenza di uno degli esempi di arte gotica diffusa nella zona del monregalese. La religiosità del popolo si esprime in immagini prodotte da pittori che sono sospesi tra mestiere ed arte più raffinata. Il ciclo di affreschi ha un forte tema centrale: l’esaltazione della Santa Croce. Al centro del dipinto, la Croce Vivente o brachiale: i bracci della croce si prolungano in forma di mano, la destra incorona la Chiesa, la sinistra colpisce la sinagoga (è questa una immagine unica nella iconografia europea). La volta ha quattro vele che raffigurano Cristo Pantocratore, la Flagellazione, la Salita al Calvario, la Deposizione dalla Croce. Anche le pareti laterali sono dipinte. La cappella apparteneva ai Domenicani, l’autore è probabilmente Antonio Dragone da Monteregale, attivo nel monregalese intorno alla metà del Quattrocento e in Liguria a Mulini di Triora nel 1435.

 

Ascolta la descrizione